Detrazioni fiscali casa 2019

Buone notizie!!!
Sono state prorogate per tutto il 2019 le detrazioni fiscali Irpef relative agli immobili. La proroga riguarda:

  • Ecobonus: detrazioni previste per chi effettua interventi al fine del risparmio energetico, come la sostituzione della caldaia, l'installazione di termovalvole e la sostituzione dei serramenti. La detrazione può variare dal 65% al al 50%.;
  • Bonus ristrutturazione: detrazione del 50% calcolato su un massimo di spesa di euro 96.000. La detrazione spetta, in misura differente, anche a chi acquista casa da impresa che abbia effettuato un intervento di ristrutturazione edilizia. In questo caso il bonus ammonta al 50% calcolato sul 25% del prezzo pagato (esempio: se acquisto un immobile al prezzo di euro 200.000 la detrazione sarà di euro 25.000);
  • Bonus mobili ed elettrodomestici: chi effettua interventi di ristrutturazione o acquista da impresa un immobile ristrutturato ha la possibilità di usufruire anche di una detrazione del 50% calcolata su una spesa massima di euro 10.000 per l'acquisto di mobili e di elettrodomestici ad elevato risparmio energetico;
  • Sismabonus: detrazione fino all'85% per chi effettua interventi di adeguamento antisismico degli edifici. Il bonus può variare tra il 70% e l'80% per le case e tra il 75% e l'80% per i condomini. A differenza degli altri incentivi, il cui "rimborso" avviene in 10 anni, il Sismabonus viene "spalmato" in cinque anni. Il tetto di spesa anche in questo caso è di euro 96.000;
  • Bonus verde: dal 2018 è stato introdotto un bonus a favore di chi effettua interventi di riqualificazione del verde di aree scoperte di pertinenza di aree private immobiliari come terrazze, giardini e balconi.  Il bonus riguarda anche l'installazione di sistemi di irrigazione ed ammonta al 36% calcolato su una spesa massima di euro 5.000. 
  • Bonus tende e zanzariere: per chi installa tende, sia da interni che da esterni o zanzariere che abbiano anche funzione di schermatura solare. La schermatura deve essre documentata da apposita certificazione ed avere un valore compreso da 0 e 4 Gtot.
E' buona prassi consultare un professionista e/o il sito Enea, in quanto per alcune detrazioni è stata modificata la modalità di richiesta del bonus.


Richiedi informazioni